Conservazione Sostitutiva

Vedi di più

Clicca qui per accedere ed utilizzare i nostri servizi

Conservazione Sostitutiva

La conservazione sostitutiva è una procedura legale/informatica regolamentata dalla legge italiana, in grado di garantire nel tempo la validità legale di un documento informatico, inteso come una rappresentazione di atti o fatti e dati su un supporto sia esso cartaceo o informatico (delibera CNIPA n. 11/2004).

La conservazione sostitutiva equipara, sotto certe condizioni, i documenti cartacei con quelli elettronici e dovrebbe permettere ad aziende e all’amministrazione pubblica di risparmiare sui costi di stampa, di stoccaggio e di archiviazione. Il risparmio è particolarmente alto per la documentazione che deve essere, a norma di legge, conservata per più anni.

Conservare digitalmente significa sostituire i documenti cartacei, che per legge alcuni soggetti giuridici sono tenuti a conservare, con l’equivalente documento in formato digitale che viene “bloccato” nella forma, contenuto e tempo attraverso la firma digitale e la marca temporale. È infatti la tecnologia della firma digitale che permette di dare la paternità e rendere immodificabile un documento informatico, affiancata poi dalla marcatura temporale che permette di datare in modo certo il documento digitale prodotto.

Informazioni

Caratteristiche della conservazione

Il documento viene conservato digitalmente e con pieno valore legale.

I documenti conservati sono facilmente ricercabili.

Qualsiasi documento inviato in conservazione può essere rettificato dall'invio di un documento successivo.

Un documento richiesto via web viene richiamato direttamente dal servizio di conservazione ed esibito con garanzia della sua apponibilità a terzi.